homepage / info e contatti / mailing list / archivio

 

I CORSI

I DOCENTI

I LUOGHI

 


 

Casa Madonna della Pace

Casa Madonna della Pace

Assisi - Perugia

Sorge nel centro storico della città di Assisi, in un luogo carico di memoria e spiritualità. Lo stemma che sovrasta il portone d’entrata della casa permette di far risalire la sua appartenenza alla nobile famiglia assisana degli Amatucci. Le prime notizie certe riguardanti tale casato risalgono al 1380. Nei secoli, attraverso i matrimoni tra famiglie nobili, dei quali rimane testimonianza negli affreschi ancora visibili in alcune zone della casa, l’edificio passò alla famiglia Rocchi, fino al 1947, anno in cui si stabilì la prima comunità di Suore Francescane Alcantarine in Assisi. La prima destinazione d’uso fu l’accoglienza degli orfani di guerra, secondo le esigenze del tempo che rendevano impellente questo tipo di sostegno all’infanzia. Una volta venuta meno l’emergenza del dopoguerra, maturò la decisione di cambiare tipo di servizio, aprendo le porte all’accoglienza dei pellegrini, nell’intento di dare una risposta a chi cercava (e cerca) un luogo per il ristoro del corpo e dello spirito. Dal 1972 la casa accoglie la sede del noviziato.

www.madonnadellapaceassisi.org

 

Come arrivarci:

IN TRENO: arrivo alla stazione ferroviaria di Assisi e da lì nostro servizio pullman.

IN AUTO: dalla S.S. 75 uscita Assisi-S. Maria degli Angeli, proseguire fino alla rotonda poi imboccare la prima a destra, via Patrono d’Italia e proseguire seguendo le indicazioni per Assisi e poi Basilica di S. Francesco. Arrivare a Porta S. Francesco e imboccare via Fonte Bella (la zona è Z.T.L.ma è possibile raggiungere la Casa per lasciare il bagaglio). Proseguire diritto fino a Piazza del Vescovado quindi prendere via Bernardo da Quintavalle e percorrerla per 100 mt. fino al n. 16 (ingresso della Casa). N.B. Ad Assisi i parcheggi sono a pagamento.

 

 

I CORSI

15 / 21 luglio

SCIENZA, TECNICA E FILOSOFIA

Prof. P. P. BENANTI tor - Prof. S. PETROSINO

Viviamo in una stagione in cui l'apparire di macchine sempre più performanti pone nuove e inedite sfide che possono far pensare ad un vero e proprio cambio d'epoca. Si assiste a una nuova sfida linguistica tra uomo e macchina: da una parte la macchina si umanizza, dall'altra l'uomo si macchinizza. Questo cambio d'epoca interroga i saperi e ci chiede di offrire in maniera nuova e rinnovata il fondamento di alcune certezze sull'uomo e sull'esistere. Il recente dibattito sull’intelligenza artificiale impone una seria riflessione sulla natura della razionalità umana. Oggi si tende ad identificare tale razionalità con la sola intelligenza concepita secondo il modello del “problem solving”. Il corso intende soffermarsi su tale tematica lavorando soprattutto intorno alla distinzione fondamentale tra “intelligenza” e “ragione”: la ragione umana non rinvia semplicemente ad un alto grado di intelligenza ma è sintomo di una razionalità del tutto diversa dall’intelligenza.

 

back to i luoghi