homepage / info e contatti / mailing list / archivio

 

I CORSI

I DOCENTI

I LUOGHI

 


 

Centro di Spiritualità e Cultura

Centro di Spiritualità e Cultura

Marola
(Reggio Emilia)

Il Centro, a 800 m. s.l.m. nel cuore dell’Appenino Reggiano, si trova nel luogo in cui sorgeva nell’XI secolo l’antico romitorio di Giovanni da Marola. La Chiesa abbaziale venne costruita nell’ultimo decennio dell’XI secolo per volere della Contessa Matilde di Canossa sulla strada denominata “via matildica”. Nello stesso periodo, venne eretto un eremitorio sul fianco sud della chiesa che divenne alcuni anni più tardi monastero benedettino. Nel corso dei secoli subì alterne vicende, da periodi di grande splendore ad un graduale decadimento; nel 1824 divenne sede del Seminario Vescovile e tale rimase fino al 1972. Da allora ha avuto inizio una nuova fase con la creazione del Centro Diocesano di Spiritualità.

www.appenninoreggiano.it

 

Come arrivarci:

IN TRENO: arrivo alla stazione ferroviaria di Reggio Emilia e da lì nostro servizio pullman.

IN AUTO: Dall’autostrada A1 uscire a Reggio Emilia, immettersi nella tangenziale mantenendo la direzione La Spezia “Passo del Cerreto” – Castelnuovo ne’ Monti, percorrere la SS63 attraversando i paesi: Rivalta, Puianello, Vezzano sul Crstolo, La Vecchia, Il Bocco, proseguire attraversando le 6 gallerie, al termine della sesta, denominata “Seminario” uscire, proseguire in direzione Casina, dopo circa 1 km. a sinistra si trovano le indicazioni “Badia Romanica” e “Centro Diocesano di Spiritualità”. Seguire la strada per circa 1 km. e si arriva al Centro.

 

I CORSI


12 / 18 agosto

COME NASCONO I CAPOLAVORI

M.G. BIANCHI - Prof. S. ZUFFI

Un colpo di genio improvviso o una serie di coincidenze? Il frutto di un percorso creativo individuale o il risultato di diverse componenti? Prevale la situazione storica e culturale oppure l'estro del singolo individuo? E poi, che cosa ci porta a definire un'opera d'arte o una composizione musicale "un capolavoro"? Trascorreremo una settimana sull'Appennino insieme ad alcune delle più grandi, commoventi ed esaltanti creazioni dell'umanità. Opere diverse fra loro per dimensione, epoca, luogo, pubblico di riferimento, ma accomunate dalla loro decisiva importanza per l'intera umanità. Immagini e musiche che ci accompagnano, si direbbe, da sempre, che costituiscono un filo conduttore solido e riconoscibile nella nostra vita. Punti di riferimento che però non possiamo e non dobbiamo dare per scontati. Ripercorrere e comprendere le circostanze umane, sociali e storiche in cui sono nati i "capolavori" non significa affatto diminuire il senso di meraviglia, il piacere che ci procurano: anzi, è un modo per renderli ancora più vicini a ciascuno di noi. Completeranno il percorso una visita esterna guidata e recital pianistici.

 

back to i luoghi