homepage / info e contatti / mailing list / archivio

 

I CORSI

I DOCENTI

I LUOGHI

 


 

Certosa di Pontignano

Certosa di Pontignano

Castelnuovo Berardenga
( Siena )

La certosa di san Pietro a Pontignano era una delle tre sorte nel territorio senese insieme a quella di Maggiano e a quella, oggi scomparsa, di Belriguardo. Nel 1343 Bindo di Falcone Petroni, nobile senese, affidò l'incarico di costruire il monastero a un certosino dell'Aquitania, frate Amerigo, con l'impegno che il monastero potesse ospitare dodici monaci e tre conversi. Nel 1385 fu dotato di un giro di mura. Il complesso, tipicamente certosino, risente dei vari interventi strutturali avvenuti nel corso dei secoli. La chiesa, dedicata a San Pietro, è la struttura che principalmente lascia intravedere i caratteri originari. Dopo vari passaggi di proprietà, nel 1959 grazie alla passione e all'impegno del senese Mario Bracci, giudice costituzionale e Rettore dell'Università di Siena, il cenobio venne acquistato e trasformato in collegio Universitario dalla stessa università.

www.lacertosadipontignano.com

 

Come arrivarci:

IN TRENO: arrivo alla stazione ferroviaria di Firenze Santa Maria Novella e da lì nostro servizio pullman

IN AUTO:
DA FIRENZE: uscita superstrada Firenze-Siena "Siena Nord". Alla prima rotonda, prendete la prima uscita. Dopo circa 1 km alla rotonda prendete la 4° uscita per immettersi sulla strada regionale SR 222 e alla successiva rotonda la 2° uscita per immettersi sulla strada provinciale 102. Dopo circa 5 km troverete sulla destra Via della Certosa e dopo poco sarete giunti a destinazione.
DA ROMA: sulla superstrada Bettolle-Siena, passato Taverne d'Arbia, prendere l'uscita per la tangenziale (strada statale SS 73 Senese Aretina). Alla rotonda prendete la 1° uscita e imboccate Viale Pietro Toselli e dopo meno di 2 km alla rotonda prendete la 1° uscita e imboccate Via Chiantigiana SP 408 di Montevarchi. Poco prima di Ponte a Bozzone troverete sulla sinistra la deviazione per la Certosa di Pontignano (via della Certosa) alla quale giungerete dopo circa 1 km.

 

I CORSI


28 luglio / 3 agosto

CRISTIANITA’ OVVERO DELL’EUROPA
Alle radici della crisi del Cristianesimo europeo

Prof. M. CACCIARI - Prof. E. CERASI

Il corso intende dar conto della crisi della cristianità europea connessa alla nascita della società moderna. Si esaminerà dapprima il periodo che è stato chiamato “l’autunno del Medioevo” e la sua conclusione nell’Umanesimo e nella Riforma tedesca, concentrandosi soprattutto sulle figure diverse ma in fondo convergenti di Erasmo da Rotterdam e di Martin Lutero. Si procederà con l’evoluzione della crisi nell’Illuminismo e nell’Idealismo tedesco, durante i quali l’eredità cristiana viene profondamente rielaborata, per poi passare alla crisi pienamente manifesta nella sinistra hegeliana (Feuerbach e Marx), in Overbeck e in Nietzsche. Se è questo, come sembra, uno dei tratti caratteristici della modernità europea, nelle lezioni conclusive del corso sarà possibile discutere della crisi che Europa e Cristianità stanno ancora attraversando, mostrando quali siano le prospettive e le decisioni che si presentano sempre più urgenti.

 

back to i luoghi