homepage / info e contatti / mailing list / archivio

 

I CORSI

I DOCENTI

I LUOGHI

 


 

Eremo di Montecastello

Eremo di Montecastello

Tignale sul Garda
(Brescia)

Montecastello è un “eremo”, cioè un luogo appartato nella solitudine in posizione naturale stupenda tra le più belle del lago di Garda. Adiacente l’antico Santuario della Madonna di Montecastello (XIII sec.), a 700 m. a picco sul lago, è un luogo molto indicato per esperienze di meditazione e raccoglimento spirituale, mentre alcune terrazze panoramiche a lago e a monte offrono una delle visioni più suggestive della zona. L’eremo è un’opera della Diocesi di Brescia ed è diretto da un Sacerdote diocesano e da una comunità di Religiose (Dorotee da Cemmo).

www.montecastello.org

 

Come arrivarci:

IN TRENO: arrivo alla stazione ferroviaria di Brescia e da lì nostro servizio di pullman.

IN AUTO: Raggiunta Brescia dalle varie direzioni, uscire a Brescia Est e seguire le indicazioni per il Lago di Garda Occidentale. Immettersi quindi sulla S.S. 45 bis Gardesana Occidentale direzione Riva del Garda. Dopo Salò, oltrepassare le località di Gardone, Maderno e Gargnano. 4 km. dopo l’abitato di Gargnano, all’uscita delle terza galleria, imboccare la deviazione a sinistra per Tignale e per l’Eremo di Montecastello (8 km. circa).

 

clicca per altre foto
CLICCA QUI PER ALTRE FOTO

 

I CORSI

14 / 20 luglio

IL PADRE DI GESU’ NON IMPUTA IL PECCATO, MA CI GIUSTIFICA!

Prof. P. B. PRELLA O.P. - Dott.ssa A. PREVEDELLO

La tragedia del male esistente nel mondo, la faticosa e a volte disperante esperienza sia delle contraddizioni personali sia delle diverse catene di iniquità storico-sociali pongono inevitabilmente dolorosi interrogativi. Che cosa è il peccato? Semplice ignoranza (Socrate)? Un disordine appetitivo, cioè delle nostre tendenze – per esempio, tendiamo troppo o troppo poco a mangiare… –, ratificato nel nostro agire concreto (Aristotele)? Una opposizione/disobbedienza nella collaborazione con Dio, come ritengono i credenti? L’implorazione di Gesù: “Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno” (Vangelo di Luca, 23,34), rivela e realizza un piano di redenzione misericordiosa, che, basandosi sulla giustizia giustificante di Dio, interpella la libertà del credente e può offrire percorsi inattendibili ad ogni persona. L’arte cinematografica accompagnerà i giorni del corso con visioni, analisi e discussioni ancorate ai temi filosofici e teologici del mattino.

 

25 / 31 agosto

“LA LUCE VINCE LE TENEBRE”: ARTE E MUSICA ILLUMINATE DALLA RIVELAZIONE

C. BERTOGLIO - Prof. p. A. DALL'ASTA S.I.

Fra i molti simboli possibili per il divino e il sacro, la luce è uno dei più immediati e diffusi; nelle Scritture ebraico-cristiane, essa è costantemente presente come rivelazione del mistero. Il corso proporrà un dialogo fra forme artistiche diverse e teologia, con un percorso dedicato all’arte figurativa in cui ci si soffermerà su alcuni aspetti centrali di storia della luce, tra arte, architettura e teologia. Dalla luce bizantina a quella gotica, dal luminismo rinascimentale ai solari sfondati barocchi per giungere ai giorni nostri, una particolare attenzione sarà data ad artisti come Piero della Francesca, Leonardo da Vinci, Tiziano, Caravaggio e Vermeer. Dal punto di vista musicale, invece, si prenderanno in esame vari brani, non solo del repertorio sacro, in cui (implicitamente o esplicitamente) vi sono effetti di luce, a partire dal memorabile episodio della creazione della luce nell’oratorio La Creazione di Haydn. Le suggestioni e gli approfondimenti proposti saranno poi ripresi nei concerti pianistici dal vivo.

 

 

back to i luoghi